Torna alla home page
 
 
poliedro
facce
spigoli
vertici
spigoli
per vertice

spigoli
per faccia

sviluppo piano
4
6
4
3
3
6
12
8
3
4
8
12
6
4
3
12
30
20
3
5
20
30
12
5
3
Nota: cliccando su ciascuna delle due figure qui sopra si pu˛ vedere il solido ingrandito e si ha la possibilitÓ, ad esempio, di farlo "ruotare" nello spazio (muovendo il mouse) o di "aprirlo" (schiacciando il tasto destro del mouse e contemporaneamente muovendo il mouse stesso verticalmente verso l'alto o verso il basso). In caso di necessitÓ si pu˛ consultare aiuto .
 
    
In essa le prime tre colonne numeriche riportano il numero di facce, di spigoli, e di vertici per ciascuno di essi, mentre le due successive possono essere interpretate come le “istruzioni” per costruire lo scheletro del poliedro se si hanno a disposizione bastoncini tutti di uguale lunghezza e un modo per unirli insieme nei loro estremi (ad esempio, se si hanno cannucce da bibita e scovolini nettapipe per fare i giunti).
 

Così i numeri che compaiono nell’ultima riga indicano che in un icosaedro ci sono 20 facce, 30 spigoli, 12 vertici, 5 spigoli in ogni vertice e 3 spigoli per ogni faccia: se continuiamo a unire cinque cannucce in ogni vertice e a formare dei triangoli, l’oggetto “si chiude” e dà origine proprio a un icosaedro.

Anche la colonna finale della tabella dà delle istruzioni per costruire il poliedro corrispondente: in questo caso partendo dal disegno dello sviluppo su un cartoncino si ottiene la superficie del poliedro e non solo lo scheletro.

Ci sono altre informazioni che possiamo trarre dalla tabella.

[avanti] [indietro]